Skip to main content
Dott.ssa Cristina Ombra Psicologa Psicoterapeuta Genova

Disturbi alimentari

ANORESSIA, BULIMIA, ALIMENTAZIONE COMPULSIVA

Soffrire di un disturbo alimentare sconvolge la vita di una persona, tutto ruota attorno al cibo e alla paura di ingrassare.
Cose che prima erano banali ora diventano difficili se non impossibili e creano ansia, come andare in pizzeria con gli amici o partecipare a un compleanno.
Spesso i pensieri sul cibo assillano la persona anche quando non è a tavola, ad esempio a scuola o sul lavoro terminare un compito diventa difficilissimo perché sembra che ci sia posto solo per i pensieri su cosa si debba mangiare, sulla paura di ingrassare o di avere un’abbuffata

[ultimate_modal modal_on=”text” modal_on_align=”left” read_text=”Scopri di più” modal_size=”container” modal_style=”overlay-zoomout” overlay_bg_opacity=”80″ content_bg_color=”#333333″ img_size=”80″ content_text_color=”#ffffff” txt_color=”#ce9f9c”]Solo una piccola percentuale di persone che soffre di un disturbo alimentare chiede aiuto.
Nell’Anoressia questo succede perché all’inizio non sempre ci si rende conto di avere un problema.
Perdere peso può portare la persona a sentirsi meglio, a ricevere complimenti, a vedersi più magra e a sentirsi più sicura di sé.
In genere sono i familiari che per primi si rendono conto che qualcosa non va, tuttavia quando chiedono spiegazioni si possono trovare nella difficile situazione di essere liquidati con frasi del tipo “non ho nessun problema, sto benissimo”.
Anche chi soffre di Bulimia nella maggior parte dei casi si rivolge ad un terapeuta solo anni dopo l’inizio del disturbo.
Inizialmente non si ha una piena consapevolezza di avere una malattia e il senso di vergogna e di colpa possono impedire alla persona di chiedere aiuto o anche solo confidarsi.[/ultimate_modal]